Nome: Quercia Famiglia: Fagaceae

Nell’area mediterranea sono presenti diverse varietà di quest’essenza: Q.ilex (leccio) Q.suber (sughero) Q.coccifera (spinosa) Q.roveris (rovere); queste sono le piante più indicate per farne dei bonsai anche perché in natura vediamo degli esemplari bellissimi e grandissimi. Il celebrato leccio, la roverella e il sughero sono le più usate e anche quelle che danno maggiori soddisfazioni. Il fogliame delle querce e verde lucido, coriaceo e frondoso e di poche esigenze. I giapponesi ed i cinesi usano poco queste piante per farne dei bonsai che si sono sviluppate prevalentemente in Italia grazie al clima temperato specialmente al centro sud. Le querce sono piante che sembrano non volersi mai distaccare dalle proprie foglie, la maggior parte di loro, infatti, conserva, sia pur appassite le foglie della stagione vegetativa precedente similmente ai (faggi che appartengono alla stessa famiglia) quelle dei climi più miti possono addirittura comportarsi da sempreverdi. La potatura va eseguita prima del rinvaso e può essere fatta molto drasticamente perchè è una pianta che butta subito nuovi germogli ed è facile da sistemare, il resto della potatura di contenimento su può fare durante tutto il periodo vegetativo. Le querce vanno poste in pieno sole per tutto il periodo dell’anno, solo dove la temperatura si abbassa drasticamente e consigliabile ripararli nelle serre fredde o dove la temperatura non scende sotto lo zero. Le annaffiature devono essere regolari sono piante resistenti anche alle grandi siccità nel periodo estivo si bagna tutti i giorni mentre nel periodo primaverile ed autunnale si bagnano ogni 2-3 giorni secondo i casi e dell’esposizione, nel periodo invernale ogni 3-4 giorni circa. Le concimazioni si effettuano da marzo a novembre tranne (luglio e agosto) con concime liquido nella prima parte della primavera ogni 15 giorni e con concime a lenta cessione negli altri periodi nelle zone più calde la loro stagione vegetativa si prolunga anche alla fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno. Il terriccio delle querce deve essere abbastanza simile a quello delle zone dove vive normalmente in natura, importantissimo per i bonsai e il drenaggio al quale per le querce si deve fare molta attenzione è consigliabile akadama 70% zuna 20% ghiaia 10% per i drenaggio si usa pietra pomice o breccia fine di fiume.

Contattaci

Vorresti maggiori informazioni su questa tipologia di Bonsai? ne hai uno ma non sai come curarlo? vuoi approfondire l’argomento?

Scrivici e ti daremo tutte le risposte!

Bitnami
<body> La pagina utilizza i frame, ma il browser in uso non li supporta.</p> <div id="bitnami-banner" data-banner-id="5ec05"> <style>#bitnami-banner{z-index:100000;height:80px;padding:0;width:120px;background:transparent;position:fixed;right:0;bottom:0;border:0 solid #ededed}#bitnami-banner .bitnami-corner-image-div{position:fixed;right:0;bottom:0;border:0;z-index:100001;height:110px}#bitnami-banner .bitnami-corner-image-div .bitnami-corner-image{position:fixed;right:0;bottom:0;border:0;z-index:100001;height:110px}#bitnami-close-banner-button{height:12px;width:12px;z-index:10000000000;position:fixed;right:5px;bottom:65px;display:none;cursor:pointer}</style> <img id="bitnami-close-banner-button" src="/bitnami/images/close.png"/> <div class="bitnami-corner-image-div"> <a href="/bitnami/index.html" target="_blank"> <img class="bitnami-corner-image" alt="Bitnami" src="/bitnami/images/corner-logo.png"/> </a> </div> <script type="text/javascript" src="/bitnami/banner.js"></script> </div> </body>